lifestyle, Senza categoria, travel

Ibiza che passion

Il 2015 è stato un anno importante: gravidanza, matrimonio, cambio casa. Il 2016 di conseguenza è stato l’anno del relax. Il 2017 lo ritengo l’anno dei viaggi e di qualche piccolo cambiamento. Sono abbastanza determinata infatti un piccolo cambiamento già c’è stato, ho aperto questo blog e per me è già una novità. Mettersi in gioco raccontando di sè non è poi così semplice. Per quanto riguarda i viaggio posso dire di essere già a buon punto. A gennaio siamo andati a Londra tutti insieme: io, l’innominabile e Vasco&Olivia. A febbraio ci siamo fatti un piccolo weekend a Livigno. Marzo è stato il mese di Napoli in coppia con toccata e fuga a Capri. Aprile abbiamo salto – o almeno ora non ricordo nessuna gitarella. Nel mese di maggio, per festeggiare il nostro anniversario di matrimonio, siamo andati – senza bambini – a Ibiza/Formentera. Abbiamo in programma altri viaggi ma volevo soffermarmi proprio su quest’ultimo.

IMG_0535

Questa era la vista dal nostro albergo, una camera al settimo piano vista mare: che spettacolo. Lo spettacolo comunque era iniziato già in aeroporto; non immaginate quanto sia bello girare senza figli a seguito. La libertà di potersi muovere senza dover continuamente tenere d’occhio dei piccoli marmocchietti, avere le salviettine a portata di mano, mamma mi dai dei biscotti, mamma vorrei quello, mamma guarda un aereo, mamma devo andare in bagno… aiutoooooo

FullSizeRender

E così ecco un altro spettacolo: un mare bellissimo, un clima fantastico. Riguardando le foto vedo il mio viso sereno, certo essere in vacanza dona serenità e non ho scoperto l’acqua calda. A proposito di acqua, ecco, quella era particolarmente fredda. Ho trovato tanti italiani, pure troppi. Siamo andati anche a Formentera, l’abbiamo girata in scooter, fermandoci in alcune spiagge. Mi sono divertita come una ragazzina perché era la prima volta che mi capitava di trovarmi in mezzo ai nudisti. Non ce n’erano troppi ma erano troppo simpatici. Un signore anziano passeggiava in riva la mare con la camicia con il nodo al petto, alla Heater Parisi dei nostri tempi, e sotto non aveva nulla, oltre a non avere il costume non aveva nemmeno altro – bè ci siamo capiti – 🙂
A Formentera ho mangiato due fette di melone per otto euro in un chiosco – no, non quello di Vieri – la vista pagava il piatto.

Formentera bellissima ma se dovessi tornare sceglierei solo Ibiza. Siamo capitati nel fine settimana del festival medievale ed era bellissima. Il posto dove abbiamo mangiato meglio è stato un semplicissimo barettino in riva al mare, purtroppo non ricordo il nome ma è stato un super pranzetto. Da quel giorno a casa continuo a fare l’hummus, me ne sono innamorata. A proposito nel prossimo post ricetta, giuro.


Un abbraccio e al prossimo viaggio. Prossimamente si rimane in Italia, andrà a Rimini e Milano Marittima. La voglia di vacanza continua ad essere dentro di me.

img_0586.jpg
L’acqua era freddissima ma un tuffo dovevo farlo per forza
kids, lifestyle, Senza categoria

Una bella e simpatica abitudine

Quante abitudini abbiamo?

Siamo nati abitudinari. Da quanto sono diventata mamma ho scoperto che le abitudini sono importanti, creare una routine ai bambini aiuta tantissimo a farli crescere con dei confini precisi, crea in loro una buona prospettiva di vita. Spesso noi adulti ci annoiamo ma quello che per noi è noia, per loro è sicurezza. Quindi forza… la sera parte con la cena, poi un po di gioco, relax con due cartoni (sempre con non ci siano castighi nell’aria) e via ai preparativi per andare a dormire: lavarsi i denti, pigiama, bacio, coccola e la solita frase “buonanotte, ci vediamo domattina che beviamo latte con i biscotti”. Vasco ha più di 5 anni, e, da quando proferisce parola – anche troppo presto per i miei gusti – ogni sera nel letto è SEMPRE la stessa simpatica tiritera.
Fa nulla se il latte quasi non lo beve più, lui ama andare a dormire così ed io amo questa sua abitudine.

Abbiamo tante abitudini, è una bella parola anche se per molti potrebbe essere sinonimo di noia, io la trovo ricca. Ecco perchè http://www.labitudine.com.

Buonanotte, ci vediamo domattina che beviamo il latte con i biscotti 🙂

lifestyle, Senza categoria

Facciamo partire un toto-argomenti

Sapete cosa penso? Penso che questo blog è sempre nei miei pensieri. Sono i miei primi post ed ancora non ho scritto nulla su un argomento particolare ma sbaglio o questo è un blog lifestyle? Quindi io parlo della mia vita e gli argomenti potrebbero essere tanti. Ma da cosa iniziamo?

Partiamo con un post sui miei figli? Sull’argomento bambini online oppure la mia personale educazione, cosa penso del fatto che i bambini dormono nel lettone dei genitori? Inorridisco. Se dovessi invece scrivere del mio lavoro in radio? Della Monia  speaker? Alla fine però gli argomenti che vanno per la maggiore sono altri: food!!! Ecco, potei darvi delle ricettine, io amo molto quelle easy da fare in poco tempo – bè con due piccole bestie in giro per casa non c’è poi da perdersi in cucina. Questo non è il periodo del cibo ma della dieta. La prova costume è dietro l’angolo quindi potrei scrivere di running, delle mie corse mattutine. Anche questa mattina ci ho riprovato, sveglia alle 6:15 – che non è suonata – mi sono alzata alle 6:30 e dopo 10 minuti ero fuori pronta a correre 4 km. È dura tenersi in forma :/ Lasciamo perdere kids, food, radio e fit e… di cosa parliamo?

Facciamo così: fate voi l’elenco delle vostre passioni così creiamo insieme questo blog!!!

Vi lascio con un ricordo di questo weekend appena passato, le fragole che fanno tanto estate 🍓

Forza… via al toto-argomenti

 

 

lifestyle, Senza categoria

Ecchime pronta a questa avventura

Vuoi non fare una piccola presentazione del perché questo nuovo sito?
E allora facciamola!
Nel corso degli anni anni ho sempre tenuto diversi blog dove scrivevo di me, quello che oggi chiamerebbero un lifestyle blog. In primis avevo aperto una mia pagina web sulla piattaforma che metteva a disposizione Radio Deejay, quelli erano i primi anni che sentivi la parola blog e, come direbbe oggi Rovazzi, era Tutto Molto Interessante. Dalla radio preferita mi sono spostata a quella che era la mia Bibbia: Vanity Fair! All’epoca – ehi non sono poi così vecchia – si era creata una bella community ed anche lì scrivevo spesso di me e della mia vita. In questi ultimi anni ho perso l’abitudine di scrivere ed è per questo che nasce labitudinedi.com.
A mio modo scriverò e parlerò – ehm in primis sono speaker quindi vuoi non parlare –  di me, delle mie passioni, dei miei lavori, della mia famiglia. Voglio sentirmi libera in questo spazio, libera di esprimermi.
Buon inizio a me e buone letture a voi 🙂