lifestyle, travel

Due giorni a Rimini per #wmf17

Dopo aver passato due giorni a Rimini da sola ed aver postato foto su intagram e stories come se non ci fosse un domani, eccomi a raccontarvi la mia esperienza che comunque si potrebbe sintetizzare così: tutto molto interessante ma dopo un po’ tutti sti nerd…

 

Sono stata a Rimini per il web marketing festival, volevo aprirmi la mente su ciò che in parte è anche il mio lavoro. Sono una speaker ma non solo, occupandomi spesso di siti e di pagine facebook, avevo il desiderio di informarmi, di conoscere, di curiosare. Sono curiosa di mio e tutto ciò che è web/social mi attrae. Il mondo social è ovviamente in costante evoluzione e io non posso certo fermarmi nelle mie quattro pareti, vorrebbe dire non crescere e non migliorare. Quindi due giorni a sentir parlare di speach, roi, tool, analytics,  storyteller, case study, brands, trends, strategies… un po di italiano no???

Di questi due giorni di una cosa mi sono innamorata. Si, ha colpito il mio cuore, sono sicura che se mai dovessi tornare a Rimini – e non stiamo parlando di NY – tornerò da Bio’s Kitchen 🙂
Ecco cosa mi ha colpito di più in assoluto: il ristorante vegano e bio vicino al palacongressi dove ho pranzato due volte gustando un ottima zucca – anche se avessi la ricetta sono sicura che non mi uscirebbe così buona – e un dolce fantastico a base di arancia e crema di vino.

19512337_10212710022095067_583710894_n

Scherzi a parte, ho sicuramente apprezzato la due giorni di festival, ho partecipato a diversi seminari e ascoltare persone preparate in tema web mi ha lasciato con un solo dubbio: dovrei approfondire ancor di più questo lato del mio lavoro?
Quindi quello che sto facendo in questi giorni è cercare un corso che mi possa dare delle competenze maggiori in campo di web e social.

Da queste breve esperienza tre cose mi porto a casa:
1) il ricordo di Bio’S Kitchen
2) un Palacongressi streposoto, molto bella come location per eventi 🙂
3) è stato sicuramente piacevole ritrovare la mia indipendenza. Viaggiare senza family non mi capitava da diverso tempo… vuoi vedere che magari inizio a prenderci gusto?

19553421_10212710024055116_1831839019_n
#wmf17

lifestyle, Senza categoria, travel

Ibiza che passion

Il 2015 è stato un anno importante: gravidanza, matrimonio, cambio casa. Il 2016 di conseguenza è stato l’anno del relax. Il 2017 lo ritengo l’anno dei viaggi e di qualche piccolo cambiamento. Sono abbastanza determinata infatti un piccolo cambiamento già c’è stato, ho aperto questo blog e per me è già una novità. Mettersi in gioco raccontando di sè non è poi così semplice. Per quanto riguarda i viaggio posso dire di essere già a buon punto. A gennaio siamo andati a Londra tutti insieme: io, l’innominabile e Vasco&Olivia. A febbraio ci siamo fatti un piccolo weekend a Livigno. Marzo è stato il mese di Napoli in coppia con toccata e fuga a Capri. Aprile abbiamo salto – o almeno ora non ricordo nessuna gitarella. Nel mese di maggio, per festeggiare il nostro anniversario di matrimonio, siamo andati – senza bambini – a Ibiza/Formentera. Abbiamo in programma altri viaggi ma volevo soffermarmi proprio su quest’ultimo.

IMG_0535

Questa era la vista dal nostro albergo, una camera al settimo piano vista mare: che spettacolo. Lo spettacolo comunque era iniziato già in aeroporto; non immaginate quanto sia bello girare senza figli a seguito. La libertà di potersi muovere senza dover continuamente tenere d’occhio dei piccoli marmocchietti, avere le salviettine a portata di mano, mamma mi dai dei biscotti, mamma vorrei quello, mamma guarda un aereo, mamma devo andare in bagno… aiutoooooo

FullSizeRender

E così ecco un altro spettacolo: un mare bellissimo, un clima fantastico. Riguardando le foto vedo il mio viso sereno, certo essere in vacanza dona serenità e non ho scoperto l’acqua calda. A proposito di acqua, ecco, quella era particolarmente fredda. Ho trovato tanti italiani, pure troppi. Siamo andati anche a Formentera, l’abbiamo girata in scooter, fermandoci in alcune spiagge. Mi sono divertita come una ragazzina perché era la prima volta che mi capitava di trovarmi in mezzo ai nudisti. Non ce n’erano troppi ma erano troppo simpatici. Un signore anziano passeggiava in riva la mare con la camicia con il nodo al petto, alla Heater Parisi dei nostri tempi, e sotto non aveva nulla, oltre a non avere il costume non aveva nemmeno altro – bè ci siamo capiti – 🙂
A Formentera ho mangiato due fette di melone per otto euro in un chiosco – no, non quello di Vieri – la vista pagava il piatto.

Formentera bellissima ma se dovessi tornare sceglierei solo Ibiza. Siamo capitati nel fine settimana del festival medievale ed era bellissima. Il posto dove abbiamo mangiato meglio è stato un semplicissimo barettino in riva al mare, purtroppo non ricordo il nome ma è stato un super pranzetto. Da quel giorno a casa continuo a fare l’hummus, me ne sono innamorata. A proposito nel prossimo post ricetta, giuro.


Un abbraccio e al prossimo viaggio. Prossimamente si rimane in Italia, andrà a Rimini e Milano Marittima. La voglia di vacanza continua ad essere dentro di me.

img_0586.jpg
L’acqua era freddissima ma un tuffo dovevo farlo per forza